venerdì 5 novembre 2010

- 5 finalmente!!


E potremo togliere il gesso!!!
Stupidamente credevo sarebbe stato più semplice invece abbiamo patito per 20 lunghi giorni.

Rebecca ha dormito poco,pochissimo e ogni notte si svegliava lamentandosi e chiamandomi perchè il gesso le pesava e non riusciva a dormire.

Di giorno,stanca come era,non ha fatto che piangere e rugnare: "mamma ti prego come faccio?Non ci riesco,aiutami tu,vieni qua,prendimelo tu..."il tutto detto lagnandosi e in trenta secondi netti,quando fa cosi,mi sale il nervoso ai massimi livelli.

Come siamo sopravvissute?Mi ha aiutata tantissimo una mia amica che studia Medicina e che mi ha parlato di un progetto che c'è già da qualche anno: L'ospedale dei pupazzi!

E' venuta a trovarci ed è stata una scoperta meravigliosa.Ci siamo messe con Rebecca a fasciare il braccino a quasi tutti i suoi pupazzi,a visitarli,a prescrivere coccole come medicina e somministrare l'antidolorifico "non fa più male"...Lei si è divertita come una matta e ha iniziato a lamentarsi molto meno,era concentratissima a curare e a far guarire i suoi peluche.

Ho cercato un pò di notizie in giro e ho visto che è un progetto attivo in molte città che aiuta i piccoli ad avere meno paura del dottore e ad affrontare più serenamente eventuali visite o piccoli ricoveri in ospedale utilizzando i proprio pupazzi come transfert.A me sembra un'ottima idea e in questo caso mi ha aiutato non poco Rebecca.

Detto questo non vedo comunque l'ora che le tolgano questo benedetto gesso e siamo già pronte a festeggiare con un mega gelato appena uscite dall'ospedale :)

4 commenti:

  1. evvai!!!! dai che le cose si mettono bene! baci a entrambe.

    RispondiElimina
  2. Il gesso comporta una pazienza unica, poverina.
    Certo che l'ospedale dei pupazzi è un'idea geniale!:-)
    Dai che sta per finire..

    RispondiElimina
  3. dai dai che è finita tesoro. un abbraccio a te e alla cucciola.

    RispondiElimina
  4. Meno male che è finita.
    Un bacione

    RispondiElimina